Home / Cars / Cadillac V16 1930-1931

Cadillac V16 1930-1931

La prima serie: 1930-1937

Il nuovo modello raccolse subito il favore della stampa e focalizzò su di esso l’attenzione del pubblico. La Cadillac iniziò la produzione immediatamente. A gennaio la produttività era di un paio di vetture al giorno, ma in breve tempo essa salì a 25 esemplari giornalieri. Entro aprile, vennero costruiti 1.000 esemplari ed entro giugno le vetture assemblate furono 2.000. Queste erano disponibili in una vasta gamma di corpi vettura. Il catalogo della Fleetwood del 1930, includeva 10 diversi tipi di carrozzerie. Erano anche presenti, in una busta, circa 30 ulteriori schizzi realizzati dai designer tra cui i clienti potevano scegliere. Complessivamente, durante il periodo in cui fu in produzione, vennero realizzati, dalla Fisher e dalla Fleetwood, 70 diversi tipi di carrozzerie diverse.

Nel giugno del 1930 cinque nuovi esemplari della V-16 parteciparono ad un tour promozionale tra diverse città europee, tra le quali ci furono Parigi, Anversa, Bruxelles, Amsterdam, Utrecht, Copenaghen, Stoccolma, Berlino, Colonia, Dresda, Francoforte, Amburgo, Monaco di Baviera, Norimberga, Vienna (dove vinse un premio), Berna, Ginevra, Losanna, Zurigo, Madrid, San Sebastián, La Baule-Escoublac e Angers. Al ritorno dalla Spagna, le V-16 si fermarono anche a Cadillac, in Francia.

Dopo il picco di ordini della metà del 1930, la produzione calò drasticamente. Nell’ottobre del 1930 vennero realizzati solamente 54 esemplari. La produzione più bassa del biennio 1930/31 venne registrata nell’agosto 1931, con 7 esemplari assemblati, e nel novembre dello stesso anno, con 6 vetture. Questa scarsa produttività continuò anche nel decennio seguente, con soli 50 unità costruite dal 1935 al 1937. Il 1940 fu di poco migliore, con 51 esemplari prodotti. La Cadillac, più tardi, stimò che per l’assemblaggio della V-16 non solo non guadagnava denaro, ma era in perdita.

La produzione di questa generazione di V-16 continuò sotto vari nomi fino al 1937. Il corpo vettura fu rivisto nel 1933, ed al nuovo modello fu dato il nome di Serie 452 C. Le innovazioni inclusero il sistema di ventilazione a controllo individuale.

Nel 1934 il corpo vettura fu riprogettato nuovamente ed il modello venne chiamato Serie 452D. Nel 1935 la V-16 venne rivista nuovamente, ed il nuovo modello fu chiamato Serie 452E. La V-16 ora aveva installato il tetto Turret Top della Fisher, sebbene le vetture fossero ancora costruite dalla Fleetwood. Questa caratteristica rimase immutata fino al 1937. Con un passo di 3.912 mm ed un peso di 3.000 kg, le V-16 erano le vetture prodotte in serie più grandi mai costruite negli Stati Uniti. Gli esemplari prodotti nel 1934 e nel 1935 furono 150.

Nel 1936 il modello fu rivisto e fu rinominato Serie 90; era assemblato sul pianale D della General Motors. Nell’anno in questione vennero assemblati 52 esemplari. I freni idraulici furono aggiunti all’equipaggiamento nel 1937. Nell’anno appena citato, furono realizzati 50 veicoli.

Progettata da Harley Earl, questa serie di V-16 venne assemblata a Detroit. Il motore installato era un V16 da 7,4 L di cilindrata. Il cambioera sincronizzato a tre rapporti. Il motore era montato anteriormente, mentre la trazione era posteriore.

About aleksandardzipunov@gmail.com

Check Also

McLaren 650s

The McLaren 650S is a sports car designed and manufactured by McLaren Automotive. It was ...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Recent Comments